Flaviano Zandonai Alessandra Ghiglione

In questo audio il prezioso incontro con Flaviano Zandonai sociologo e Alessandra Rossi Ghiglione drammaturga. L’intervista con Flaviano Zandonai e Alessandra Ghiglione è in Contemporaneamente a cura di Mariantonietta Firmani. Il podcast pensato per Artribune.

Con Flaviano Zandonai e Alessandra Ghiglione parliamo di terzo settore, di innovazione imprenditoriale e welfare culturale. Tra racconti di ricerche e progetti, teorie e sperimentazioni sul campo, l’interesse è quello di trovare un modo per capitalizzare il desiderio di comunità. Fondamentale è oggi l’implementazione di reti sia orizzontali che verticali che sappiano intercettare dinamiche di flussi che attraversano la dimensione di luogo. Ed ancora, Arte è luogo re-immaginazione della realtà, tra io e società, mediante la coniugazione emozionale tra ricerca e azione, attraverso il gioco.

Brevi note biografiche degli autori
Flaviano Zandonai Sociologo, si occupa da oltre vent’anni di terzo settore e impresa sociale, svolgendo attività di ricerca applicata, formazione, consulenza e divulgazione editoriale.

Ha lavorato come ricercatore senior in Euricse occupandosi di innovazione sociale, imprenditoria comunitaria e rigenerazione di beni e spazi fisici per finalità di uso collettivo. E’ coordinatore di Iris Network, la rete di ricerca italiana sull’impresa sociale operando come editor della rivista Impresa Sociale, curando due edizioni del Rapporto e organizzando Workshop sull’impresa sociale, il principale evento in Italia per imprenditori sociali. Co-fondatore con Catterina Seia del progetto Cultural Welfare Center.

Inoltre Zandonai è autore di numerose pubblicazioni tra le quali: “Imprese ibride. Modelli d’innovazione sociale per rigenerare valore”; “Tesi battagliere sul fare impresa di comunità”, in “Animazione sociale”, n. 308/2017 “Dagli appunti a una politica per il welfare culturale”, in Welfare Oggi, n. 5/2017, pp. 102-106 “Dove. La dimensione di luogo che ricompone impresa e società”, Milano, Egea, 2019 (con Paolo Venturi). Infine, oggi è open innovation manager presso il Gruppo cooperativo Cgm dove promuove la nascita di comunità imprenditoriali orientate al cambiamento attingendo da ecosistemi tecnologici e di innovazione sociale a base culturale. Collabora con il magazine “Vita e anima”, il blog “tempi ibridi” dedicato all’innovazione istituzionale e alle nuove catene di valore tra profit e non-profit.

Alessandra Rossi Ghiglione Esperta di performing arts nei contesti della rigenerazione urbana e cultural heritage, inclusione sociale e diversità culturale, partecipazione culturale e benessere.

Ha ideato nel 2002 con Alessandro Pontremoli una metodologia di lavoro teatrale con le comunità (Teatro Sociale e di Comunità). Dal 2003 ha avviato una ricerca teorico-pratica nell’ambito della relazione medico-paziente, su, ideando e realizzando progetti di ricerca-azione locali e internazionali: “Sotto il Segno del Cancro”, primo progetto complesso di arte e salute in ambito oncologico sostenuto dalla Rete Oncologica del Piemonte e Valle D’Aosta e da una vasta rete di partner tra cultura e sanità. “Il teatro nella formazione del personale sanitario (2013/2015). E’ membro del Progetto di Ricerca di Interesse Nazionale Per-formare il Sociale (2018-2020). Dai primi anni 2000 sviluppa la sua attività nell’ottica della ricerc-azione coniugando ricerca e didattica universitaria (Università Cattolica di Milano e Brescia, Università di Torino).

Inoltre ha fondato e dirige il Social Community Theatre Centre (ente partecipato da Università di Torino, Corep, Teatro Popolare Europeo) che si occupa di cultura sociale e salute sul piano dell’innovazione metodologica. Si occupa anche di ricerca valutativa, supervisione scientifica e alta formazione professionale attraverso attività sostenute da programmi europei (Creative Europe, Alcotra, FSE, Grundtvig). Fondi privati (Fondazione CRT, CSP, Fondazione con il Sud, Fondazione Pro Helvethia) e fondi pubblici (Ministero Affari Esteri, Mibact, Regione Piemonte). Ghiglione ha co-ideato e diretto le prima edizioni del Master in Eventi Culturali dell’Università Cattolica (2000/2003) e le 4 edizioni del Master in Teatro Sociale e di Comunità dell’Università di Torino (2005/2014). Come drammaturga e regista ha lavorato dal 1994 nel teatro di narrazione italiano e diretto 25 produzioni teatrali professionali e di Teatro Sociale e di Comunità.

Disponibili a richiesta testi e immagini per studi e ricerche. Trovate video degli incontri sul nostro canale Youtube

Newsletter