Mario Airò Guendalina Salimei

In questo audio il prezioso incontro con Mario Airò Artista e Guendalina Salimei Architetto. L’intervista è in Contemporaneamente di Mariantonietta Firmani, il podcast divulgato da Artribune.com e Parallelo42.it

Mario Airò e Guendalina Salimei ci raccontano di arte e architettura, luci e società, introspezione e acqua, e del sacro che è altro dalle religioni. Ci raccontano di energie di cittadini la dove il pubblico è assente. Di artisti engagé per caso e di città come habitus emblemi di epoche diverse. Nella cultura contemporanea valenze simboliche azzerate dall’ossessione dell’economia unico metro di misura di situazioni e relazioni. Le stratificazioni storiche delle città italiane non sono valorizzate; la luce è materia da scolpire capace di una trasformazione emozionale dello spazio, e molto altro.

ASCOLTA L’INTERVISTA INTEGRALE su SPREAKER!!
ASCOLTA L’INTERVISTA INTEGRALE su SPOTIFY!!

GUARDA IL VIDEO!!(in fase di editing) su Youtube Parallelo42 Contemporary Art
BREVI NOTE BIOGRAFCHE DEGLI AUTORI
Mario Airò, artista vive e lavora a Milano e insegna Scultura all’Accademia di Belle Arti di Venezia. All’Accademia di Brera frequenta corsi di Luciano Fabro e partecipa allo spazio autogestito di via Lazzaro Palazzi. Nel 1989 fonda la rivista Tiracorrendo e realizza la prima personale, nel 1990 partecipa alla mostra Avanblob, la galleria Massimo De Carlo. In “Tristi Tropici” emergono alcune delle linee della sua poetica, autodefinite «vagabondare» tra gli incontri, evitando ogni chiusura intellettuale e formale. Tra le sue ricerche, anche l’interesse per contesti di autoclausura, interpretando l’isolamento come condizione creativa

Partecipa a rassegne internazionali come: Biennali d’arte di Venezia e Valencia, Biennale di Kwangju in Corea del Sud, Moscow Biennale of contemporary art. Le sue opere includono un’ampia gamma di riferimenti culturali: letteratura, cinema, storia dell’arte, elementi naturali e oggetti di uso quotidiano che compone in relazioni inedite. Inoltre, ha realizzato numerosi progetti pubblici e interdisciplinari presso: The ever-blossoming garden, Diest; Re-Place, L’Aquila; Parco tematico, Canistro, Fondazione Olivetti; PAC, Milano; Luci d’artista a Torino. Espone in mostre personali e collettive in Italia e all’estero presso: GAM, Torino; Kunsthalle, Lophem; Castello, Rivoli; Museum of Contemporary Art, Tokyo; S.M.A.K., Ghent. I suoi lavori sono presenti in prestigiose collezioni come: MAXXI, Castello di Rivoli, GNAM di Roma, MaMbo, Museion di Bolzano e altri.

 

Guendalina Salimei, Architetto e Professore in Progettazione Architettonica, fonda il T-Studio a Roma affiancando la pratica del progetto etico alla ricerca sperimentale, prediligendo interventi in ambienti costruiti e naturali, spesso in condizioni di disagio e degrado, perseguendo un vivere responsabile in ambito sociale, ambientale e tecnologico. Alla Sapienza Università di Roma, dirige il Master in Progettazione degli Edifici per il Culto, è nel Collegio dei Docenti del Dottorato; al Pontificio Ateneo di Sant’Anselmo, è nel Collegio Docenti del Master in Architettura e Arti per la Liturgia. Membro dei comitati scientifici del Festival Città in Scena di Roma, de Centro di Eccellenza Villa Vigoni, di Fondazione Giovanni Michelucci, dell’Inarch e dell’Accademia Angelica Costantiniana di Lettere Arti e Scienze.

La ricerca sui temi dell’architettura e della città si esplica in un’intensa attività progettuale che ha prodotto numerose opere fondate sul triplice principio di sostenibilità ambientale, economica ed etica operando spesso in condizioni di degrado urbano e disagio sociale, coniugando innovazione e tradizione con sensibile coscienza dell’habitus locale. Tra le più significative nei diversi ambiti si ricordano le riqualificazioni di Crypta Balbi e di aree archeologiche a Roma; del Museo Egizio e del Concentrico di Stupinigi a Torino; di via Sparano, dell’ex Caserma Rossani a Bari, Ed anche del Convento San Benedetto e del Mercato di Michelucci a Ferrara; le riqualificazioni dei waterfront a Mola di Bari, Bari, Napoli, Taranto, Cagliari; i social housing di Ceccano e di Roma Primavalle, il KmVerde a Corviale e nell’Isola Madre di Taranto; il Museo di Arte Contemporanea di Foligno e il Mercato di Cagliari.

Inoltre i progetti conseguono premi e riconoscimenti nazionali e internazionali, tra cui l’Iconic Design Award; German Design Award; The Plan Award; Premi IN/ARCH; Premio Gentile da Foligno; Premio Luisa Minazzi – Ambientalista dell’Anno; Oscar della città di Roma; Premio 100 Eccellenze Italiane. Molte sono le pubblicazioni di carattere scientifico, accademico e divulgativo sotto forma di monografie, saggi, articoli, interviste radiofoniche, televisive e su riviste di settore. Infine, è invitata a mostre ed eventi in Italia e nel Mondo, tra cui le più importanti: le Biennali di Architettura di Venezia; al MAXXI di Roma; al Pavilion de l’Arsenal di Parigi; alle Triennali di Sofia; e ancora a Mosca, Kazan, Astana, Pechino, Tokyo, Singapore, Hanoi e altre.

 

Inoltre, Scopri le nostre produzioni Disponibili a richiesta testi e immagini per studi e ricerche. Trovate video degli incontri sul nostro canale Youtube